Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.


 ERASMUS LOGO

“SHARING AND LEARNING TOGETHER. PLANTING SEEDS FOR OUR FUTURE”

Nel 2017 è iniziata l'attuazione del progetto Erasmus + "Sharing and Learning together. Planting seeds for our future. “Condividere e apprendere insieme. Piantare semi per il nostro futuro", co-finanziato nel quadro dell'Unione europea Programma ERASMUS + KA219, in collaborazione con le tre scuole: CEIP Donoso Cortes a Caceres (Spagna), SHESTO OU "Sveti Nikola" a Stara Zagora (Bulgaria) e Szkola Podstawowa nr10 im.Armii Krajowej ( Polonia). L’obiettivo principale del nuovo progetto è quello di migliorare la qualità dell’insegnamento e dell’apprendimento, condividendo le metodologie utilizzate nelle scuole per ciascuna delle aree curriculari e/o trasversali, con maggiore attenzione e enfasi sull'insegnamento interdisciplinare e sullo sviluppo di competenze  e abilità  che possono essere applicate alla vita reale di ogni studente  e rendere più facile  il loro  sviluppo personale. Nei due anni di progetto si attueranno attività cooperative e collaborative, si valuteranno e arricchiranno le diverse metodologie di insegnamento riguardo lo studio delle scienze naturali, della matematica applicata alle scienze sociali, dell’educazione artistica e sportiva, del  lavoro congiunto sulle emozioni, bullismo e cyberbullismo. La condivisione dei risultati ottenuti ci darà l'opportunità di selezionare quelli che riteniamo più utili e incisivi nel processo di insegnamento, che verrà adattato ai diversi stili di apprendimento degli studenti e al loro interesse, per prevenire il loro insuccesso e abbandono scolastico.

ATTIVITÀ 2017 - 2018

  1. STUDY FIRST QUESTIONNAIRE
  2. ITALIA
  3. IL GIOCO DELLE EMOZIONI
  4. WE TEACH SCIENCE IN OUR SCHOOL
  5. SCIENCE EXPERIMENT

 

1º INCONTRO TRANSNAZIONALE - FOTO SPAGNA

Il modello di sito che vi proponiamo presenta dei moduli nella colonna di destra che possono essere personalizzati per ciascun ordine di scuola.
E' presente un modulo dedicato all'intero collegio, con menu dedicato ai verbali, alle comunicazioni di staff e a modelli e materiali utili a tutti; abbiamo inserito anche gli esempi di moduli dedicati alla scuola primaria e alla scuola secondaria di I grado: è possibile aggiungere i medesimi menù per la scuola dell'infanzia, laddove presente, o per gli istituti superiori, i moduli dedicati alle varie aree disciplinari.
Nel modello di sito, i moduli sono visibili in area pubblica ma grazie alla gestione degli utenti e alla possibilità che offre Joomla! di creare gruppi di utenti, sarà possibile rendere visibile i singoli moduli esclusivamente al gruppo di pertinenza.

Per eventuali info, vi preghiamo di far riferimento al gruppo Facebook:"PASW: Joomla per la scuola e la PA"

Articolo postato da Antonio Todaro

Pagina dedicata alla pubblicazione di nuovi modelli o materiali (schede di valutazione, rubric, schede progetti, ecc...) in uso presso l'istituto.

Pagina dedicata alla pubblicazione dei verbali o delle informazioni relative allo Staff di Dirigenza

Pagina dedicata alla pubblicazione dei verbali dell'anno scolastico in corso

Documenti che favoriscono la partecipazione dei genitori e il ruolo delle famiglie che è di fondamentale importanza nell'evoluzione formativa dell'individuo.

Nei giorni 3-4-5 marzo 2015 si terranno le elezioni per il rinnovo della Rappresentanza Unitaria Sindacale di questo Istituto.

In allegato la circolare

In questa sezione che può essere una "Lista di singola categoria" potrebbero confluire tutte le attivtà e i progetti della scuola

Consigliamo di attivare un account Youtube (o Vimeo) dove depositare filmati didattici, interviste, videotutorial, ecc.

In questo spazio si possono dare informazioni circa l’account e inserire un insieme (playlist) di risorse realizzate dalla scuola. Ricordarsi che sottotitolare i video non solo è utile, ma è anche bello.
A questo proposito: http://socialinclusivo.wordpress.com/2012/05/25/una-proposta-di-uso-didattico-della-sottotitolazione-di-filmati/

L’inserimento di video youtube è facile ed è facile anche inserirli a norma usando la conversione automatica realizzata per noi da Fabrizio Rota: www.isisromero.gov.it/Members/frota/utilita/xhtml-youtube/

Documenti in fase di regolamentazione, che in futuro verranno curati dal Dirigente Scolastico ad inizio e fine anno.

dlgs 33/2013

Art. 10 - Programma triennale per la trasparenza e l'integrità
8. Ogni amministrazione ha l'obbligo di pubblicare sul proprio sito istituzionale nella sezione: «Amministrazione trasparente» di cui all'articolo 9:
b) il Piano e la Relazione di cui all'articolo 10 del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150.


Torna alla Home della sezione Amministrazione Trasparente

Obblighi di pubblicazione concernenti la dotazione organica e il costo del personale con rapporto di lavoro a tempo indeterminato

 

art. 16 c. 1, 2 del D. Lgs. 33/2013

1. Le pubbliche amministrazioni pubblicano il conto annuale del personale e delle relative spese sostenute, di cui all'articolo 60, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, nell'ambito del quale sono rappresentati i dati relativi alla dotazione organica e al personale effettivamente in servizio e al relativo costo, con l'indicazione della sua distribuzione tra le diverse qualifiche e aree professionali, con particolare riguardo al personale assegnato agli uffici di diretta collaborazione con gli organi di indirizzo politico.
2. Le pubbliche amministrazioni, nell'ambito delle pubblicazioni di cui al comma 1, evidenziano separatamente, i dati relativi al costo complessivo del personale a tempo indeterminato in servizio, articolato per aree professionali, con particolare riguardo al personale assegnato agli uffici di diretta collaborazione con gli organi di indirizzo politico.

Per quanto riguarda gli obblighi di pubblicazione concernenti la dotazione organica e il costo del personale con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, attualmente è possibile fare riferimento unicamente al sito del MIUR, poiché esso sostiene le spese per l'organico a tempo indeterminato.

Torna alla Home della sezione Amministrazione Trasparente

Il Dirigente Scolastico: Prof. Maria Melpignano

Al fine di ampliare, presso l’utenza, la conoscenza dell’Istituto, ed in ottemperanza alle disposizioni di cui alla Legge n. 69_2009 e della C.M. del D.F.P. n. 3_2009, il dirigente comunica il proprio curriculum vitae e le altre informazioni previste dalla normativa.


INFORMAZIONI PERSONALI

Nome: Maria Melpignano

Data di nascita: 01/01/1900

Qualifica: DIRIGENTE SCOLASTICO

Amministrazione: MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, UNIVERSITA' E RICERCA

Numero telefonico dell’ufficio: 0804761018

Fax dell’ufficio: 0804778168

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Informazioni di trasparenza pubblicate a norma di legge
Curriculum e retribuzione del Dirigente Scolastico LINK; il curriculum è redatto in conformità al vigente modello europeo.

I nominativi, i curricula e le retribuzioni dei dirigenti e dei titolari di posizioni organizzative nella Pubblica Amministrazione, sono presenti anche sul sito del MIUR  nella pagina Trasparenza  (con accesso diretto ai dati pubblicati).

Norma di riferimento

D. Lgs. 33/2013

Art. 10 - Programma triennale per la trasparenza e l'integrità

8 - Ogni amministrazione ha l'obbligo di pubblicare sul proprio sito istituzionale nella sezione: «Amministrazione trasparente»
d) i curricula e i compensi dei soggetti di cui all'articolo 15, comma 1, nonche' i curricula dei titolari di posizioni organizzative, redatti in conformita' al vigente modello europeo.

Art. 15 - Obblighi di pubblicazione concernenti i titolari di incarichi dirigenziali e di collaborazione o consulenza

1 -  Fermi restando gli obblighi di comunicazione di cui all'articolo 17, comma 22, della legge 15 maggio 1997, n. 127, le pubbliche amministrazioni pubblicano e aggiornano le seguenti informazioni relative ai titolari di incarichi amministrativi di vertice e di incarichi dirigenziali, a qualsiasi titolo conferiti, nonche' di collaborazione o consulenza:
a) gli estremi dell'atto di conferimento dell'incarico;
b) il curriculum vitae;
c) i dati relativi allo svolgimento di incarichi o la titolarita' di cariche in enti di diritto privato regolati o finanziati dalla pubblica amministrazione o lo svolgimento di attivita' professionali;
d) i compensi, comunque denominati, relativi al rapporto di lavoro, di consulenza o di collaborazione, con specifica evidenza delle eventuali componenti variabili o legate alla valutazione del risultato.

2 - La pubblicazione degli estremi degli atti di conferimento di incarichi dirigenziali a soggetti estranei alla pubblica amministrazione, di collaborazione o di consulenza a soggetti esterni a qualsiasi titolo per i quali e' previsto un compenso, completi di indicazione dei soggetti percettori, della ragione dell'incarico e dell'ammontare erogato, nonche' la comunicazione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della funzione pubblica dei relativi dati ai sensi dell'articolo 53, comma 14, secondo periodo, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e successive modificazioni, sono condizioni per l'acquisizione dell'efficacia dell'atto e per la liquidazione dei relativi compensi. Le amministrazioni pubblicano e mantengono aggiornati sui rispettivi siti istituzionali gli elenchi dei propri consulenti indicando l'oggetto, la durata e il compenso dell'incarico. Il Dipartimento della funzione pubblica consente la consultazione, anche per nominativo, dei dati di cui al presente comma.

5 - Le pubbliche amministrazioni pubblicano e mantengono aggiornato l'elenco delle posizioni dirigenziali, integrato dai relativi titoli e curricula, attribuite a persone, anche esterne alle pubbliche amministrazioni, individuate discrezionalmente dall'organo di indirizzo politico senza procedure pubbliche di selezione, di cui all'articolo 1, commi 39 e 40, della legge 6 novembre 2012, n. 190.


 

Torna alla Home della sezione Amministrazione Trasparente

Per l'elenco dei contatti, si prega di visitare la pagina "contatti"

 

dlgs 33/2013


Art. 13 Obblighi di pubblicazione concernenti l'organizzazione delle pubbliche amministrazioni 1. Le pubbliche amministrazioni pubblicano e aggiornano le informazioni e i dati concernenti la propria organizzazione, corredati dai documenti anche normativi di riferimento. Sono pubblicati, tra gli altri, i dati relativi: d) all'elenco dei numeri di telefono nonché delle caselle di posta elettronica istituzionali e delle caselle di posta elettronica certificata dedicate, cui il cittadino possa rivolgersi per qualsiasi richiesta inerente i compiti istituzionali.

 

Torna alla Home della sezione Amministrazione Trasparente

 

Sezione non applicabile agli Istituti Scolastici

dlgs 33/2013

Art. 28

Pubblicita' dei rendiconti dei gruppi consiliari regionali e provinciali

1. Le regioni, le province autonome di Trento e Bolzano e le province pubblicano i rendiconti di cui all'articolo 1, comma 10, del decreto-legge 10 ottobre 2012, n. 174 convertito, con modificazioni, dalla legge 7 dicembre 2012, n. 213, dei gruppi consiliari regionali e provinciali, con evidenza delle risorse trasferite o assegnate a ciascun gruppo, con indicazione del titolo di trasferimento e dell'impiego delle risorse utilizzate. Sono altresi' pubblicati gli atti e le relazioni degli organi di controllo.


Torna alla Home della sezione Amministrazione Trasparente

Questo modello di sito prevede al suo interno il modulo per la gestione dell'albo online sviluppato e messo a disposizione da Valerio Sichi (Vales).
Esso rappresenta un'evoluzione della versione per Joomla 1.5 e consente la migrazione degli archivi.
Nel ringraziare Valerio per il suo prezioso lavoro e per distribuire gratuitamente un'estensione così importante, rinviamo al sito di sviluppo per ulteriori dettagli, informazioni su installazione e funzionamento e per il download del componente.
Vai al sito di Vales

Articolo postato da Antonio Todaro

Sezione dedicata al download dei moduli specifici perle famiglie degli studenti.

E' possibile scaricare i moduli che servono nel formato desiderato.

I formati disponibili sono doc, docx, odt, pdf

Linee guida per i siti web della PA – anno 2010.

Il web sempre di più è "fonte": di informazioni, di elementi mediatici multipli, di app e software che possono ampliare lo spettro di strumenti utilizzati dal docente nella didattica quotidiana.
Intendiamo in questa sede raccogliere "link utili", richiami a pagine web che possano ricondurre a strumenti didattici online o suggerire un utilizzo efficace delle dotazioni tecnologiche a disposizione di studenti e docenti.
Chiunque volesse contribuire può inviare il proprio link tramite email a:
inserire email del curatore della pagina
Il link sarà pubblicato dopo la verifica del contenuto e della validità del collegamento.

Segue elenco dei link con breve descrizione

Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti pubblici

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 16 aprile 2013, n. 62
Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti pubblici, a norma dell'articolo 54 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165. (13G00104) (GU n.129 del 4-6-2013)

Entrata in vigore del provvedimento: 19/06/2013

Indicazioni e istruzioni per l’applicazione al personale della scuola delle nuove norme in materia disciplinare introdotte dal decreto legislativo 27 ot tobre 2009, n. 150

C.M. 88 dell'8 novembre 2010

Codice disciplinare dei Dipendenti Pubblici

In allegato il testo del D.Lgs. 150 e lo stralcio relativo al Capo V, artt. 67-73

 

Testo Unico delle disposizioni legislative in materia di istruzione - Decreto Legislativo 16 aprile 1994, n. 297
Vai all'allegato

CCNL SCUOLA 2006-2009: CAPO IX – NORME DISCIPLINARI
Vai all'allegato

Si riportano i link della sezione di Amministrazione Trasparente relativa alla normativa specifica per il personale dipendente della pubblica amministrazione.

Codici di Comportamento

Codici di Comportamento dei dipendenti MIUR


Norma di riferimento
D.Lgs. 33
Art. 12
Obblighi di pubblicazione concernenti gli atti di carattere normativo e amministrativo generale 
 
  

1. Fermo restando quanto previsto per le pubblicazioni nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana dalla legge 11 dicembre 1984, n. 839, e dalle relative norme di attuazione, le pubbliche amministrazioni pubblicano sui propri siti istituzionali i riferimenti normativi con i relativi link alle norme di legge statale pubblicate nella banca dati "Normattiva» che ne regolano l'istituzione, l'organizzazione e l'attività. Sono altresì pubblicati le direttive, le circolari, i programmi e le istruzioni emanati dall'amministrazione e ogni atto che dispone in generale sulla organizzazione, sulle funzioni, sugli obiettivi, sui procedimenti ovvero nei quali si determina l'interpretazione di norme giuridiche che le riguardano o si dettano disposizioni per l'applicazione di esse, ivi compresi i codici di condotta.

Torna alla Home della sezione Amministrazione Trasparente

Sezione dedicata alla pubblicazione dei Bandi di gara e contratti, secondo quanto previsto dalla normativa in vigore.


I bandi sono pubblicati come allegati al presente articolo, nei formati xlsx, csv, pdf e xml

I dataset in formato xml sono pubblicati ai sensi dell'art.1 L.190/2012: "adempimenti nei confronti dell’Avcp"

Torna alla Home della sezione Amministrazione Trasparente

Qui potete inserire le notizie, i fatti e gli eventi significativi della vita del vostro Istituto

Potete inserire il documento che impegna tutte le componenti scolastiche e che viene firmato ogni anno perchè inserito nel "Libretto" per le comunicazioni tra la scuola e la famiglia che viene dato ad ogni alunno.

Questa sezione può ospitare i documenti di valutazione dei rischi, i regolamenti, i piani di sorveglianza, i piani di emergenza e le normative relative all'igiene e la sicurezza del vostro istituto.

In questo articolo suggeriamo alcune procedure e link utili per migrare i siti web da Joomla! 2.5 a Joomla! 3.x
Il contenuto principale è un contributo di Valerio Sichi riportato sulla pagina Facebook del gruppo "Joomla per la scuola e le PA".

il logo di JoomlaL'aggiornamento di Joomla alla versione 3.x è un'operazione che "...pur essendo semplice in teoria, crea alcuni problemi, specialmente se nella vecchia versione ci sono estensioni, componenti, plugins, moduli di terze parti per le quali non sono ancora disponibili le versioni aggiornate. Più passa il tempo per le migrazioni e maggiore è la possibilità di trovare le estensioni non adeguate alla nuova situazione."
Il consiglio è, senza dubbio, di "disabilitare prima dell'aggiornamento (non disinstallare) nella vecchia versione di joomla tutte le estensioni di terze parti. Poi fare l'aggiornamento a 3.4 e una per volta riabilitarle per verificarne gli effetti ed aggiornare le estensioni con le nuove versioni eventualmente disponibili per la 3.4."
Ciò consente di verificare quali siano le estensioni che potrebbero generare conflitti.
Per l'aggiornamento da Joomla 2.5 a 3.4 consigliamo di aggiornare Joomla 2.5 all'ultima versione disponibile e successivamente effettuare l'aggiornamento a 3.4
Attenzione: è consigliabile effettuare l'aggiornamento tramite FTP, scompattando il pacchetto di aggiornamento alla 3.4 nella cartella tmp e selezionando successivamente la procedura da cartella.

Un ultimo consiglio per chi non avesse la possibiltà di una versione beta online del sito: testate l'aggiornamento in locale e poi trasferite tutto in remoto e, soprattutto, ricordatevi dei backup!

Ulteriori informazioni possono essere tratte dai seguenti link:

Articolo su Joomla.it

Articolo su CorsodiJoomla.it

 

Articolo postato da Antonio Todaro

Dirigente Scolastico:

Titolo Cognome Nome

email: dirigente@xxxxxxxx.it

Primo Collaboratore

Titolo Cognome Nome

email: yyyyyyyyyyyyyyyy@xxxxxxxx.it

 

Secondo Collaboratore

Titolo Cognome Nome

email: zzzzzzzzzzz@xxxxxxxx.it

 

Responsabile del Plesso della Scuola Secondaria

Titolo Cognome Nome

email: zzzzzzzzzzz@xxxxxxxx.it

 

Responsabile Plesso Scuola dell'Infanzia di ............

Titolo Cognome Nome

email: zzzzzzzzzzz@xxxxxxxx.it

 

Responsabile Plesso Scuola dell'Infanzia di .............

Titolo Cognome Nome

email: zzzzzzzzzzz@xxxxxxxx.it

Responsabile Plesso Scuola Primaria di ..............

Titolo Cognome Nome

email: zzzzzzzzzzz@xxxxxxxx.it


Responsabile Plesso Scuola Primaria di ......................

Titolo Cognome Nome

email: zzzzzzzzzzz@xxxxxxxx.it

Le funzioni strumentali al POF sono rappresentate da docenti di riferimento per aree specifiche di intervento considerate strategiche per la vita dell’istituto; i docenti incaricati sono funzionali al POF, sono cioè risorse per la realizzazione delle finalità istituzionali della scuola in regime di autonomia, e, per la propria area di intervento, svolgono attività di coordinamento, gestione e sviluppo. La normativa di riferimento è rappresentata dal CCNL 2002-05.

Art.30 CCNL 2002-05

(legittimazione delle funzioni strumentali)

FUNZIONI STRUMENTALI AL PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA

Per la realizzazione delle finalità istituzionali della scuola in regime di autonomia, la risorsa fondamentale è costituita dal patrimonio professionale dei docenti, da valorizzare per la realizzazione e la gestione del piano dell'offerta formativa dell'istituto e per la realizzazione di progetti formativi d'intesa con enti ed istituzioni esterni alla scuola…

segue art. 30

…Le funzioni strumentali sono Identificate con delibera del collegio dei Docenti in coerenza con il piano dell'offerta formativa che, contestualmente ne definisce criteri di attribuzione numero e destinatari. Le stesse non possono comportare esoneri totali dall'insegnamento e i relativi compensi sono definiti dalla contrattazione d'istituto.


Il Collegio dei Docenti dell’Istituto xxxxxxxx di xxxxxxxxxxx, a norma dell'art. 30 "Funzioni strumentali al piano dell'offerta formativa", del CCNL 2002-05, ha individuato per l’anno scolastico 2014/2015 quattro aree di lavoro per FUNZIONI STRUMENTALI al POF.


AREA_1: xxxxxxxxxx

AREA_2: yyyyyyyyyyyyyyyyyy

AREA_3: wwwwwwwwwwwwww

AREA_4: zzzzzzzzzzzzzzzzzzz

  


Aree di lavoro, competenze e ruoli sono indicati nella descrizione dell'organizzazione di istituto visionabile al seguente link: vai al documento


L'assegnazione delle funzioni strumentali alle rispettive aree e la designazione degli incarichi è stata approvata dal Collegio dei Docenti in seguito a richieste individuali e volontarie del personale docente.